LE CASE DEL FUTURO

Dopo l’esordio sulla lunga distanza con “Lucertole”, che  gli è valso la partecipazione a ‘Moby Dick’ su Radio2 e al MIAMI Festival, la band bresciana torna con un nuovo EP ed una nuova label.
Quattro tracce, due inediti, una cover degli Scisma ed un remix (ad opera di Luca Giovanardi dei Julie’s Haircut).
Lo shoegaze flirta con il pop ed ha finalmente un nome italiano: Le Case del Futuro.

Le Case del Futuro presentano il nuovo EP a distanza di un anno dalla  pubblicazione di “Lucertole”, l’album di debutto, che li ha portati a raggiungere ambiti traguardi come la partecipazione live alla rinomata trasmissione ‘Moby Dick’ su Radio2 ed al MiAmi Festival di Milano oltre che l’inserimento da parte di Rockit tra le band da tenere d’occhio per il 2013.

Neve EP” si sviluppa tra shoegaze, melodie pop e asperità noise:  la title-track  ha un ritornello di quelli che non si staccano dalla testa (“Non ho mai visto/Nevicare/Su di te”), mentre “Come volevi vivere” ha un sapore ruvido e grezzo, diciamo pure più punk.

La cover è Tungsteno, brano dei mai dimenticati Scisma. Un tributo alla band gardesana,  che come poche altre in Italia ha saputo raccogliere ed elevare lo spirito musicale degli anni ’90.

“L’ultima” è invece il brano che chiudeva “Lucertole”. A manipolarla, dilatandola attraverso suggestioni noise e loop elettronici, la mano, particolarmente ispirata, di Luca Giovanardi dei Julie’s Haircut aka Silent Panda | Deadly Panda.